Log in

25.000 Morti sulle Strade in Europa ogni Anno Come due incidenti Aerei

In evidenza 25.000 Morti sulle Strade in Europa ogni Anno Come due  incidenti Aerei
Una nuova relazione del Consiglio europeo per la sicurezza dei trasporti mostra che i progressi nella sicurezza stradale nell'Unione europea sono rimasti fermi negli ultimi quattro anni. L'organizzazione dice che i governi hanno bisogno di una forte volontà politica, misure urgenti e investimenti sostanziali in infrastrutture sicure per ridurre i 500 decessi che si verificano sulle strade dell'UE ogni settimana.
 
Il numero settimanale di vittime della strada nell'UE equivale a due tipici aerei passeggeri che si schiantano e uccidono tutti a bordo.
 
L'ultimo rapporto dell'Indice di sicurezza stradale (PIN) mostra che gli Stati membri dell'UE stanno faticando a fare una svolta: 25.250 persone hanno perso la vita sulle stradedell'UE nel 2017. Sebbene le morti per strada siano diminuite del 2% l'anno scorso, sono diminuite solo del 3% oltre quattro interi anni dal 2013.
 
Questo è sostanzialmente inferiore alla riduzione del 6,7% necessaria ogni anno per raggiungere l'obiettivo UE di dimezzare le vittime della strada nel decennio fino al 2020. Fino ad ora, l'Estonia e la Grecia sono gli unici paesi dell'UE che cercano di raggiungere questo obiettivo.
 
Per la prima volta nei 12 anni trascorsi da quando ETSC ha lanciato il suo programma sull'indice delle prestazioni di sicurezza stradale, l'organizzazione non assegnerà il premio annuale per i progressi e la leadership in materia di sicurezza stradale a qualsiasi paese.
 
In uno sviluppo positivo, il mese scorso la Commissione europea ha annunciato un importante nuovo pacchetto di legislazione sulla sicurezza stradale che potrebbe prevenire oltre 2.000 morti all'anno entro la fine del prossimo decennio grazie a standard più severi per i veicoli e le infrastrutture. Ma gli Stati membri dell'UE e il Parlamento europeo devono ancora approvare le proposte e sarà necessario adottare una serie di misure più immediate per compiere progressi significativi nel prossimo futuro.
 
Antonio Avenoso, direttore esecutivo del Consiglio europeo per la sicurezza dei trasporti, ha dichiarato: "Se due aerei passeggeri cadessero dal cielo ogni settimana in Europa, la risposta pubblica e politica sarebbe trasformazionale. E i miglioramenti della sicurezza aerea in Europa negli ultimi cinquant'anni sono stati proprio questo. Ora abbiamo bisogno di un approccio a livello di sistema per la sicurezza stradale. Il mese scorso, la Commissione europea ha annunciato misure coraggiose per salvare vite sulle strade europee con veicoli più sicuri e infrastrutture più sicure. Ma queste misure necessitano di sostegno politico da parte degli Stati membri per evitare di essere annacquate e ci vorrà del tempo.
I governi di tutta l'UE devono anche migliorare il loro gioco in mesi, non in anni, con una migliore applicazione e misure urgenti per ridurre le principali cause di morte e lesioni gravi, ovvero eccesso di velocità, guida in stato di ebbrezza, distrazione e mancato allacciamento delle cinture di sicurezza".
 
Fonte: ETSC the European Traffic Safety Council