Log in

Ciclabilità e Nuove Problematiche per la Sicurezza Stradale

In evidenza Ciclabilità e Nuove Problematiche per la Sicurezza Stradale
Le politiche che stanno promuovendo la mobilità ciclabile in molte città anche italiane, pur avendo come finalità il decongestionamento e la riduzione dell'inquinamento, sta tuttavia avendo un effetto negativo sulla sicurezza stradale. La presenza di sempre più biciclette sulle strade, in promisquità con i veicoli a motore, causa non pochi problemi di interazione con un aumento degli incidenti che coinvolgono i ciclisti.
Ci dimentichiamo che il ciclista è su strada un mezzo come un altro occupando uno spazio fisico e con una vulnerabilità molto superiore al conducente di autoveicoli.
Nei Paesi dove la ciclabilità è molto diffusa come i Paesi Bassi, il traffico sulle piste ciclabili, pensate per una bicicletta in ogni senso di marcia, ha raggiunto livelli di congestione paragonabili a quelli delle carreggiate normali.
E' ovvio che una politica di promozione della ciclabilità non possa non tenere conto di queste nuove problematiche inerenti il trafifco e la sicurezza stradale.
Anche il settore automobilistico, in previsione della oramai prossima introduzione della guida autonoma, non ha potuto che cominciare a prevedere soluzioni tecnologiche a salvaguarda dei ciclisti e delle utenze vulnerabili in generale.
 
L'auto elettrica Nissan Leaf del 2018 è la prima ad essere premiata con cinque stelle da EuroNCAP, il nuovo programma di collaudo per i consumatori sotto un nuovo regime più severo che include un test per sistemi di frenata d'emergenza autonomi in grado di rilevare i ciclisti.
 
ETSC ha accolto con favore l'inclusione di più tecnologia che può aiutare a salvare la vita degli utenti  vulnerabili della strada al di fuori del veicolo. L'attenzione dei costruttori automobilistici negli ultimi anni è stata la protezione degli occupanti dei veicoli, con i decessi tra quel gruppo che sono caduti a un ritmo più veloce di quelli di ciclisti e pedoni. All'inizio di questo mese, i Paesi Bassi hanno annunciato che un numero maggiore di ciclisti è morto l'anno scorso sulle strade olandesi rispetto agli occupanti delle auto.
 
EuroNCAP ha assegnato punti aggiuntivi per schemi di frenata di emergenza autonoma per diversi anni. Ma i primi sistemi potevano solo rilevare altri grandi veicoli motorizzati. I sistemi più sofisticati in grado di rilevare i pedoni sono stati aggiunti in seguito. Le modifiche del 2018 includono un test sulla rilevazione dei pedoni al buio e, per la prima volta, il rilevamento dei ciclisti.
 
La Nissan Leaf è la prima vettura ad aver testato il sistema AEB per il rilevamento di pedoni e ciclisti. Il riconoscimento di cinque stelle per un altro veicolo tutto elettrico mostra anche che i veicoli ecologici non devono scendere a compromessi in termini di sicurezza. Un certo numero di veicoli ibridi e completamente elettrici di diversi produttori hanno ricevuto cinque stelle negli ultimi anni.
 
 
Fonte: ETCS The European Transport Safety Council
 

Video

Il video di EutoNCAP AEB for cyclists EuroNACAP