Log in

Simposio Eclettico della Mobilità Autonoma

In evidenza Simposio Eclettico della Mobilità Autonoma

Il 1 marzo 2019, si terrà a Roma presso lo storico palazzo ottocentesco dell'Acquario Romano il Simposio Eclettico della Mobilità Autonoma - SEMA.

Discuteremo con un pubblico formato da esperti dei settori dell'automotive, telecomunicazione, assicurazioni, sociologia, psicologia e etica i temi di accettazione sociale insieme ad una platea di quelli che sono gli "utenti" della strada dal pedone all'autotrasportatore, le implicazioni non solo sulla qualità e capacità della mobilità ma anche sulla vita quotidiana delle persone.

i 40 anni di politiche sviluppate a tutti I livelli dall’ONU, alla UE ai Governi, le città, I gestori stradali e autostradali hanno mirato a raggiungere un obiettivo , la famosa Vision Zero, cioè zero morti entro il 2050 e la diminuzione del 50% entro il 2020.

Siamo al 2018 e questo obiettivo sembra ancora lontano preso atto dello stop alla diminuzione di decessi e feriti gravi degli ultimi 2 anni in controtendenza con gli anni passati.

Cosa è successo? Perché dopo un ventennio di successi con un drastico calo adesso ci si è fermati? Siamo arrivati a un punto di saturazione dove anche le migliori iniziative e politiche, dai Cinque Pilastri della sicurezza stradale, alle migliaia di campagne educative, al continuo miglioramento delle tecnologie dei veicoli e delle infrastrutture non hanno più effetto.

Ciò non vuol dire che questi strumenti non siano validi, vuol dire semplicemente che hanno esaurito il loro potenziale e che adesso si deve cambiare strumento e metodo.

Qui entra in campo la più grande innovazione tecnologica nel settore dei trasporti dall’invenzione del motore a scoppio: la guida autonoma.

La guida automa o senza conducente può sembrare una prospettiva quasi fantascientifica. La realtà è che si tratta di un futuro molto ma molto vicino.

foto uomo che legge

Durante il tragitto potremo dedicarci ad altre attività

Le tecnologie sono per la maggior parte disponibili già oggi e le troviamo presenti su alcuni dei veicoli ultimo modello come la frenata di emergenza, il parcheggio autonomo, la tenuta in carreggiata che presto potremo vedere su tutti i nuovi modelli.

D’altronde fino a qualche anno fa i sistemi di frenata come l’ABS erano riservati alle macchine di alto livello con costi notevoli. Ora è un dispositivo presente su tutte le macchine di serie.

Parlare di GUIDA AUTONOMA oggi equivale a porre le persone di fronte ad una soluzione che non avevano mai considerato come possibile nel corso della loro vita, eppure è già realtà. Entro pochi anni vedremo le prime vetture a guida autonoma sulle nostre strade che loro stesse saranno sempre più attrezzate tecnologicamente ed in grado di interloquire con i veicoli guidandoli nel traffico connesso con l’infrastruttura stradale.

Questa prospettiva ha tuttavia un immediata reazione da parte di colei o colui a cui si propone: incredulità, sospetto, paura.

Eppure dobbiamo essere pronti a questo futuro che toccherà presto anche le nostre vite.

Il futuro è proprio dietro l’angolo non lasciamoci cogliere impreparati.

in allegato la presentazione dell'evento e una bozza di programma.

Acquario Romano small

                                                                        L'Acquario Romano, sede del SEMA

I PRO E I CONTRO DELLA GUIDA AUTONOMA
 
Nonostante i vari potenziali benefici per l'aumento dell'automazione dei veicoli, ci sono problemi irrisolti. In verde abbiamo messo in vantaggi, in blu le problematiche risolvibili e, in rosso, le maggiori paure da parte dell’utente.
•Sicurezza stradale
•Risparmio di denaro
•Diminuzione dell’inquinamento
•Diminuzione del traffico
•Maggior tempo libero per sé e per i propri cari
•Questioni tecnologiche
•Questioni etiche
•Controversie in materia di responsabilità
•Attuazione di un quadro giuridico e istituzione di regolamenti governativi
•Resistenza da parte degli individui alla perdita del controllo delle loro auto
•Rischio di perdita di privacy e problemi di sicurezza, come hacker o terrorismo
•Preoccupazioni per la conseguente perdita di posti di lavoro nel settore dei trasporti su strada
 

Nel corso del Simposio cercheremo di dare gli elementi utili per rispondere a tutti questi punti.

Ospiteremo esperti del settore delle tecnologie, dell’automotive, delle telecomunicazioni, i gestori stradali, chi opera su e con la strada come autisti, tassisti, meccanici, agenzie di guida ma anche i semplici utenti della strada come i pedoni, i ciclisti automobilisti e motociclisti.

Ci saranno psicologi con cui affrontare il tema dell’etica nella robotica, sociologi che proveranno a rappresentare il nuovo modello di società che si prospetterà. Ma i veri protagonisti saranno i vostri dubbi, le vostre paure l’inconsapevolezza di un futuro che, vedrete, tanto futuro non è.

Entrerete con i vostri dubbi e uscirete, speriamo, con qualche certezza in più.

E' possibile sponsorizzare l'evento con un contributo alle spese di organizzazione.

contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.