Log in

Le Auto col Parcheggiatore Autonomo

In evidenza Le Auto  col Parcheggiatore Autonomo

Il veicolo robot del VTT Centro di ricerca Tecnologico finlandese Marilyn può parcheggiarsi autonomamente anche a 100 metri di distanza dal suo guidatore.

La prova a Tampere usa la IoT (Internet of Things) e prevede di poter parcheggiare i veicoli a distanza ravvicinata l'uno dall'altrosenza paura di collisione nei parcheggi di aeroporti e centri commerciali ottimizzando così al massimo lo spazio disponibile.

Il guidatore parcheggia l'auto per mezzo di una app che prenota il posto al parcheggio. Un sistema di che il posto sia libero e rileva eventuali ostacliutilizzando telecamere connesse con la piattaforma IoT che, in risposta, trasmette al veicolo le informazioni sul percorso per arrivare al parcheggio.

L'auto robotizzata Marilyn testa i parcheggiatori automatici nell'ambito del progetto AUTOPILOT, finanziato dalla Commissione europea per studiare il potenziale dell'internet degli oggetti nella guida automatica. Tampere è uno dei siti di prova europei del progetto insieme a Livorno, Italia, Brainport (Helmond-Eindhoven), Paesi Bassi, Versailles, Francia e Vigo, Spagna. Il progetto ha anche un sito di prova a Daejeon, Corea del Sud.

Nella sua dimostrazione di parcheggio automatizzato, il VTT Marilyn utilizza la tecnologia di posizionamento basato su UWB di HERE, che è in grado di posizionare i veicoli all'interno senza la necessità di posizionamento satellitare. L'UWB, o Ultra Wideband, è una tecnologia radio che trasmette dati in impulsi estremamente brevi e a bassa potenza su una banda di frequenza molto ampia (es. 1-2 GHz).

In pratica, l'auto viene parcheggiata per mezzo di un'applicazione appositamente sviluppata che il conducente può utilizzare per prenotare un posto auto. Una volta che l'auto arriva all'ingresso del parcheggio, il sistema di guida al parcheggio verifica che lo spazio sia libero, controlla eventuali ostacoli lungo il percorso utilizzando telecamere per il traffico collegate a una piattaforma IoT aperta e trasmette le informazioni sul percorso al veicolo. Assistita dall'internet degli oggetti, l'auto si dirige automaticamente verso lo spazio riservato.

VTT Marilyn 2

Il progetto AUTOPILOT si concentra su cinque diverse modalità di guida, con la tecnologia dei parcheggiatori automatizzati in fase di sviluppo e collaudo presso la VTT di Tampere. Il progetto sta inoltre sviluppando una serie di servizi per diverse modalità di guida, come il platooning e il car sharing.

In futuro, la VTT dimostrerà anche l'uso di telecamere per il traffico ai semafori per assistere la guida automatica in situazioni in cui un veicolo in curva deve essere in grado di rilevare e cedere il passo a pedoni e ciclisti.

Il progetto durerà fino a dicembre 2019.

 

Fonte: VTTResearch.com