Log in

Trend Mondiale Incidenti Stradali

L'International Traffic Safety Data and Analysis Group (IRTAD) ha pubblicato i dati relativi agli incidenti stradali in tutto il mondo.

E' stato interessante paragonare il trend dal 1990 al 2015 fra tutti i Paesi inclusa l'Italia.

 

Vi vogliamo proporre alcuni dati che danno qualche speranza per il futuro. Si riscontra, a livello globale, una diminuzione delle morti e dei feriti per incidenti stradali.

 

Nel Grafico che segue (lincato alla pagina del sito IRTAD) potrete veder come l'Italia abbia raggiunto importanti risultati nell'ultimo decennio probabilmente grazie alle misure adottate sia nel settore della repressione sia della divulgazione di una migliore cultura della sicurezza stradale.

L'uso delle cinture di sicurezza anteriori e posteriori, i limiti di velocità e i sistemi di controllo come il tutor, i sistemi tecnologici di sicurezza a bordo e le campagne informative messe in atto hanno sicuramente contribuito a questo importante risultato.

 

In allegato IRTAD presenta una tabella con il numero dei morti per incidenti stradali dal 1990 al 2015.

 

Altre tabelle di dettaglio per gruppi di età o per mezzo coinvolto sono disponibili sul sito IRTAD.

 

Paragonando alcuni tra i Paesi per noi più interessanti vediamo che nel periodo dal 1990 al 2014 mentre l'Italia è scesa dai 7.151 morti ai 3338 (un decremento di quasi il 50%), la Francia è passata di 14.215  al 3384, la Spagna dal 9.032 al 1.688, la Korea del Sud dai 14.174 ai 4762 e gli Stati Uniti dai 44.599 ai 32.676.

 

Sebbene non ci si possa ritenere soddisfatti per l'altissimo prezzo in vite umane pagato ogni anno sulle strade del mondo, sicuramente il persorso intrapreso è quello giusto.