Log in

Nuovi Veicoli con Luci Intelligenti

Luci intelligenti per i rischi della guida notturna [video]

 
 
 

 

 

 

 

La tecnologia dei fari adattivi e le telecamere per il riconoscimento di pedoni e segnaletica a braccetto per fare luce sui rischi della guida notturna: la Ford è al lavoro su una fanaleria di nuova generazione, capace di individuare i potenziali pericoli nascosti nel buio, e adeguare direzione e intensità del fascio luminoso di conseguenza. Anche in corrispondenza di rotatorie o

incroci,dove il Camera-Based Advanced Front Lighting System interviene aumentando l'ampiezza dell'emissione.

Rilevamento a infrarossi e illuminazione spot. Il dispositivo sfrutta le indicazioni raccolte con una telecamera agli infrarossi (sistemata nella griglia anteriore) per riconoscere la presenza eventuale di pedoni, ciclisti o animali, anche a bordo strada e fino a 120 metri di distanza: sulla base di queste si mettono in funzione i fari adattivi, con la funzione di Spot Lighting, che emette uno o due raggi luminosi più intensi per evidenziare la presenza degli ostacoli rilevati.

Riconosce (e gerarchizza) otto ostacoli insieme. L'Advanced Front Lighting, afferma la Ford, può individuare fino a otto elementi di criticità contemporaneamente, e di "capire" quali presentano i rischi più alti per chi guida. Il dispositivo non solo agisce sulle luci a Led localizzate vicino ai fendinebbia, ma riporta sullo schermo dell'infotainment le immagini riprese dalla telecamera, evidenziando con un rettangolo giallo o rosso a seconda dell'indice di pericolo l'ostacolo individuato.

L'interazione coi dati Gps. La fanaleria di prossima generazione, sviluppata dal centro ricerche della Casa ad Aachen (Germania), ha anche una funzione predittiva, che si serve delle indicazioni Gps per adattare il fascio luminoso a seconda delle curve e delle caratteristiche della strada. In assenza di segnale, il sistema sfrutta le linee di demarcazione delle corsie per assolvere al medesimo compito.

In futuro imparerà dall'esperienza. Una soluzione vicina alla produzione, e pronta a ulteriori sviluppi: in futuro il sistema memorizzerà le condizioni di luce di un tratto di strada, per illuminarlo più efficacemente ai passaggi successivi. F.S.

 

Fonte: Quattroruote