Log in

Autostrada Roma-Fiumicino per il Giubileo

Roma-Fiumicino, Anas: per il Giubileo previsti flussi di 120 mila veicoli al giorno

 

La costruzione dell'autostrada Roma-Fiumicino risale al 1959, in concomitanza con l'apertura dell'aeroporto Leonardo da Vinci. Per il Giubileo del 2000 l'arteria è stata ampliata con la terza corsia nel tratto compreso tra il Grande Raccordo Anulare di Roma e l'aeroporto. Oggi L'autostrada A91 Roma-Fiumicino, lunga 18,5 km (11,9 dei quali oltre il Gra), insieme alla stazione Termini è una delle principali porte di ingresso nella Capitale.

L'ingegner Michele Adiletta, responsabile della "Direzione Esercizio e Coordinamento Territorio" di Anas, illustra le caratteristiche dell'autostrada e gli interventi previsti lungo questa arteria che rivestirà un ruolo chiave durante l'ormai prossimo Giubileo straordinario, durante il quale si prevedono picchi di traffico di 120 mila veicoli al giorno.

I programmi in tema di sicurezza e prevenzione? 
"La Roma-Fiumicino dal punto di vista strutturale non presenta criticità in relazione alla sicurezza. È indubbiamente soggetta a intensi flussi di traffico, ma è un'autostrada urbana con un'utenza molto diversificata: veicoli leggeri, pesanti e ma anche molti motoveicoli. Questo comporta spesso un atteggiamento di guida diverso rispetto a quello tenuto da chi affronta un via di lunga percorrenza, con un abbassamento dei livelli di attenzione e una sottovalutazione dei rischi".

Cosa state facendo per aumentare la sicurezza? 
"Il mancato rispetto dei limiti di velocità è il primo dei problemi e su questo l'Anas ha adottato il sistema di rilevazione elettronica della velocità media e istantanea "Vergilius". Dopo l'esperienza maturata su alcune tratte come l'A3 Salerno-Reggio Calabria dove, a partire dal luglio del 2014, è stato attivato il sistema di controllo "Vergilius", stiamo valutando la possibilità di estendere il sistema di controllo anche sulla Roma-Fiumicino".

In 15 anni i sinistri sono aumentati da 20 a 77. Come si spiega? 
"Principalmente con l'enorme incremento di flussi negli ultimi 15 anni, favorito dall'ampliamento dell'infrastruttura e dallo sviluppo dell'aeroporto di Fiumicino. In più sono cresciuti i pendolari diretti o provenienti dai nuovi insediamenti urbani, commerciali e industriali sorti lungo la direttrice. Poi ci sono tendenze più generali, come la maggiore distrazione alla guida, l'uso di smartphone e telefoni cellulari da parte degli automobilisti e il mancato rispetto della distanza di sicurezza: lo dimostra la percentuale dei tamponamenti rispetto al totale degli incidenti".

Qual è la condizione dell'illuminazione e dell'infrastruttura? 
"Roma-Fiumicino e Gra, negli ultimi tempi, sono state oggetto di furti di cavi elettrici e danneggiamenti che hanno compromesso la funzionalità degli impianti tecnologici e di illuminazione. In alcuni casi, sono stati anche asportati apparati e quadri elettrici".

Quali sono gli interventi previsti dall'Anas? 
"Un investimento da circa 15 milioni di euro per la posa di nuove linee di alimentazione elettrica interrate e con dispositivi anti-sfilamento per prevenire i furti. Poi, impianti di illuminazione a Led con sistemi di regolazione del flusso luminoso per il risparmio energetico di ultima generazione. Inoltre, sono previsti sistemi antieffrazione per le cabine elettriche e sistemi di videosorveglianza con allarmi per prevenire possibili danneggiamenti. Le procedure di gara sono in corso e si prevede l'inizio dei lavori entro la fine di quest'anno".

 

Fonte: Strade&Autostrade on line 10 settembre 2015