Log in

Il Padiglione Italia, da Roma a Seoul

Il Padiglione Italia

 

 

Come nasce l'idea

Quando abbiamo cominciato a pensare al Padiglione per l'esposizione internazionale per il 25° Congresso mondiale, un anno fa, i nostri progetti dovevano fare i conti con alcune considerazioni. I costi dovevano essere il più possibile contenuti e il progetto doveva rappresentare l'Italia e essere di semplice costruzione vista la distanza di Roma da Seoul e l'impossibilità di seguire i lavori in loco.

Per quanto riguarda il contenimento dei costi abbiamo decisamente conseguito l'obiettivo dimezzando i costi sostenuti rispetto ai Congressi precedenti. Molto ha contribuito evitare le spese di spedizione dei materiali di cotruzione dall'Italia avvalendoci di un allestitore coreano accreditato dall'organizzazione del Congresso.

La società Haesok con l'eccellente mr Hae Lee è stata per noi un indispensabile aiuto e, nonstante le migliaia di chilometri di distanza, abbiamo avuto un rapporto di comunicazione costante grazie anche ai nuovi sistemi di chat internet che ci ha permesso di lavorare in tempo reale.

 

Il Design

Per il design de padiglione ci siamo avvalsi, così come per lo stand dell'ultimo congresso della viabilità invernale 2014 di Andorra, della collaborazione dell'Architetto Gianluca Bonoli di ANAS che ci ha fornito i primi disegni e i render per consentire all'allestitore la realizzazione del progetto.

 

 

Il progetto ha previsto un cosiddetto open space senza definizioni interne ma delimitato idealmente da un incrocio di cinque archi con i colori del Tricolore italiano, rosso, bianco e verde.

Gli spazi espositivi si sono quindi inseriti liberamente tra gli archi delineando idealmente il perimetro del Padiglione.

Gli arredi, forniti dall'allestitore, semplici ma moderni e funzionali, hanno consentito il massimo confort per i visitatori e la visibilità di tutte i materiali esposti.

 

Gli Espositori

Per questa 25^ edizione  del Congresso Mondiale, l'AIPCR Italia ha voluto portare a Seoul non solo i principali e tradizionali sostenitori dell'associazione ANAS e AISCAT, ma ha voluto dare spazio sia al mondo universitario con il Politecnico di Milano sia alla realtà produttiva italiana con Astaldi che è uno dei maggiori costruttori di opere civili in Italia e nel mondo.

 

Il Materiale espositivo

Per il materiale espositivo ci siamo avvalsi, per motivi logistici, per la parte di design e grafica del nostro socio Studio&Comunicazione di Lorenzo Natoli che, come è stato per Andorra, ci ha fornito una assidua assistenza per venire incontro a tutte le nostre richieste.

Per la parte realizzativa di stampa e alloggiamento della grafica ancora una volta abbiamo usufruito dei servizi di Mr Lee Hae risparmiando così anche sui costi di spedizione dei materiali stampati.

Il risultato, che vedete nelle foto che seguono, è stato di notevole impatto.

Allo stile tipico italiano si è affiancata la forza di comunicazione che il materiale ha trasmesso.

Abbiamo creato delle paline per ogni spazio espositivo dove ognuno ha potuto presentare la propria attività ai visitatori.

la palina di ANAS S.p.A.

 

In ogni spazio espositivo erano collocati dei pannelli di grandi dimensioni dove sono state posizionate le foto più rappresentative delle attività dell'espositore.

 

 

Accoglienza

All'ingresso ad accogliere gli ospiti e presentare il Padiglione la signora Kim Mijin che ha anche prestato il servizio di traduzione italiano-coreano per il materiale informativo.

Ai visitatori è stato consegnato il depliant in cui si descrivono l'AIPCR Italia e i quattro espositori. Ad ogni espositore è stato associato sul depliant un codice QR, che una volta scansionato con l'applicazione dello smartphone o tablet, carica il sito istituzionale dell'espositore per consentirne una immediata e completa visione.

 la copertina del depliant (allegato)

 

La Cerimonia di Inaugurazione

Martedì 3 novembre alle 18,00 si è tenuta la cerimonia di inaugurazione del Padiglione Italia con la presenza dell'ambasciatore d'Italia presso la Repubblica di Corea Marco Della Seta.

Alla cerimonia hanno partecipato oltre 70 invitati a cui è stato offerto un rinfresco.

Nel video la cerimonia del taglio del nastro con l'Ambasciatore Della Seta,  il Primo delegato per l'Italia Ciro Esposito e il segretario generale del CNI Domenico Crocco.

da sinistra:

Ciro Esposito, l'Amb. Marco Della Seta e Domenico Crocco

 

Gli Eventi

Nel corso dei giorni di apertura dell'Esposizione, dal 2 al 6 novembre, nel Padiglione Italia gli espositori hanno tenuto dei work shops nel corso dei quali sono state presentate al pubblico le loro attività.

Mercoledì 4 novembre alle ore 15 si è tenuto il workshop di Anas International Enterprise che ha illustrato le attività di ANAS all'estero con le metodologie e i prodotti informativi miranti all'ottimizzazione del ciclo di vita del patrimonio stradale e per incrementare la qualità e la sicurezza delle attività stradali.

l'Ing. Laurent Franciosi di Anas International Entreprise

 

Il giorno 5 novembre si è tenuto il workshop di Astaldi che ha illustrato il progetto, oggi incostruzione, del terzo ponte sul Bosforo in Turchia che rappresenta l'eccellenza italiana all'estero.

l'Ing. Roberto Sorge di Astaldi

 

Il Padiglione Italia è stato apprezzato da tutti i visitatori e la sua riuscita è dovuta all'impegno di tutti quelli che hanno contribuito in tanti mesi di lavoro alla sua progettazione, esecuzione, organizzazione.

Un grazie in particolare a:

Leonardo Annese che ne ha curato la organizzazione, allestimento e  liason officer con Seoul e gli espositori

Gianluca Bonoli che ha fornito il suo professionale contributo con i progetti ed i render del Padiglione

Saverio  Palchetti di ANAS che ne ha curato la documentazione tecnica

Kim Mijn che ha curato le traduzioni dei testi in coreano e ha garantito l'asistenza ai visitatori e agli espositori al Padiglione

Lee Hae che ha allestito la struttura e fornito gli arredi

Daniela Pastore, Gianfranco Manili e Rodolfo Sanna che dalla Segreteria AIPCR di Roma hanno consentito tutte le indispensabili procedure amministrative

Antonella Angi e Marina Gaita che dalla segreteria del'Unità Organismi Internazionali ANAS hanno coordinato le attività di contatto con tutto l personale interessato

Un grazie particolare al Presidente Gianni V. Armani e al nostro segretario generale Domenico Crocco che hanno permesso che tutto si svolgesse nel migliore dei modi e hanno rappresentato l'AIPCR  e l'Italia al 25° Congresso Mondiale della Strada.